FAQ

 FAQ

DISPOSIZIONI SERVIZIO PER il PERSONALE

aggiornate a.s. 2019/20

DISPOSIZIONI e INDICAZIONI OPERATIVE VARIE  PER ALUNNI

 

FAQ PER GENITORI ED  ALUNNI

Aggiornate al 23/02/2019

Per i dettagli fare riferimento ai regolamenti interni e alle circolari.

A

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (AS-L) – PERCORSI per le COMPETENZE TRASVERSALI e l’ORIENTAMENTO (PCTO)                                                                                                                                                                                                             

C

CONTRIBUTO SCOLASTICO E TASSE                                                                                                                                       

E

ESAMI INTEGRATIVI, D’IDONEITA’, PRELIMINARI, RECUPERO                                                                                        

I

ISCRIZIONE                                                                                                                                                                                           

P

PROGETTI E CERTIFICAZIONI ESTERNE                                                                                                                                    

R

RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA                                                                                                                                                        

REGISTRO ELETTRONICO                                                                                                                                                                 

T

TRASFERIMENTI E RITIRI                                                                                                                                                                 

V

VIAGGI E MOBILITA’ STUDENTESCA                                                                                                                                           

ISCRIZIONE

Mio/a figlio/a già frequenta il Liceo Joyce. Deve iscriversi nuovamente per l’anno successivo?

No. L’iscrizione all’anno successivo è automatica.

Compilando l’apposito modulo,  si chiede di aggiornare  i dati anagrafici della famiglia. E’ possibile cambiare la scelta dell’IRC. La consegna della quietanza dl contributo completa l’iter amministrativo di conferma.

Mio/a figlio/a è iscritto/a, per la prima volta, al primo anno del Liceo Joyce, dopo la fase dell’iscrizione on-line la famiglia che deve fare?

Dopo la convalida delle iscrizioni, la scuola invierà  prima una mail e, entro maggio,  una lettera con le indicazioni dettagliate  per perfezionare l’iscrizione.

La famiglia sarà chiamata a perfezionare l’iscrizione di persona subito dopo gli Esami di Stato del primo ciclo, quindi entro i primi giorni luglio, portando con sé la certificazione del superamento degli esami di stato, l’eventuale certificazione sanitaria, tre foto tessere e  l’attestazione del pagamento del contributo scolastico ovvero l’attestazione ISEE per il semiesonero.

Saranno consegnati due PIN (uno per il RE ed uno per giustificazioni) e il portfolio dello studente.

In fase di conferma dell’iscrizione in prima posso chiedere di inserire mio/a figlio/a in specifiche sezioni?

In generale, no. Una commissione predisporrà i gruppi classe in modo da assicurare omogeneità tra le classi parallele ed eterogeneità all’interno delle classi. A luglio sarà effettuato il sorteggio per abbinare il gruppo classe alla sezione.

Tuttavia, alcune sezioni sono obbligate dall’opzione prescelta.

 

In fase di conferma dell’iscrizione in prima posso chiedere di inserire mio/a figlio/a  nella stessa classe di suoi amici?

In generale, sì, ma con alcune limitazioni. E’ possibile una sola indicazione e, soprattutto, deve esserci un’analoga richiesta da parte dell’amico/a.

E’ obbligatorio essere in regola con gli obblighi vaccinali?

Sì.

Gli alunni che  non fossero in regole devono contattare il proprio medico di fiducia e provvedere alle vaccinazioni obbligatorie secondo le disposizioni della Regione Lazio.

Mio/a figlio/a non è iscritto ad alcuna scuola. Può frequentare come uditore?

No.

CONTRIBUTO SCOLASTICO E TASSE

Come, quando, quanto e perché pagare il contributo volontario per l’ampliamento dell’offerta formativa?

Il contributo scolastico richiesto alle famiglie  è volontariamente deliberato annualmente dal Consiglio d’Istituto. Il Consiglio d’Istituto ne determina anche gli impieghi.

Da almeno 10 anni il contributo è fermo a 80,00 euro l’anno. Il Contributo è fiscalmente detraibile. Si versa sul conto corrente postale della scuola, all’atto della conferma dell’iscrizione (entro marzo per gli alunni delle classi già frequentanti, entro giugno per gli alunni neoiscritti).

Il contributo serve a pagare alcune servizi aggiuntivi ed integrativi: la polizza assicurativa integrativa, le connessioni Internet, il servizio fotocopie, la manutenzione delle reti intranet, delle LIM e dei laboratori didattici, l’acquisto in sostituzione e di nuove attrezzature didattiche, la piattaforma e-learning e il Registro elettronico, ma anche borse di studio per famiglie in difficoltà e per le eccellenze.

Che differenza c’è tra contributo volontario e tasse scolastiche?

Le tasse scolastiche confluiscono nelle entrate dell’erario. Si pagano sul ccp 1016 intestato all’Agenzia delle entrate. Causale: indicare il tipo di tassa.

Il contributo è versato alla scuola sul ccp intestato a LICEO CLASSICO STATALE SPERIMENTALE “JAMES JOYCE”, IBAN :  IT 60 Z 07601 03200 000049115041. Causale:  indicare “Contributo per ampliamento offerta formativa”.

I bollettini devono essere intestati al nome di mio /a figlio/a?

Indicare anche la classe frequentata.

Esistono diverse tipologie di tasse?

Sì.

Le più comuni sono: Tassa di iscrizione (€ 6,04,una tantum, si paga solo in quarta), tassa di frequenza (€ 15,13, si paga in quarta e quinta), tassa per gli Esami (€ 12,09 si paga prima degli esami), tassa per il ritiro del diploma (€ 15,13, si paga per poter ritirare il diploma).

Il MIUR fissa annualmente i limiti di reddito per l’esonero dal pagamento delle tasse di frequenza. Di norma, salvo diverse disposizioni, gli alunni frequentanti le prime tre classi non pagano. Di norma, anche gli alunni che hanno ottenuto una media maggiore di 8 sono esonerati.

Ho versato per sbaglio le tasse sul CCP della scuola. Posso chiederne la restituzione?

Sì.

Occorre fare la richiesta sull’apposito modulo indicando il proprio IBAN

Ho versato per sbaglio il contributo sul CCP della dell’agenzia delle entrate. Posso chiederne la restituzione?

 

Riteniamo di sì, ma la procedura è più complessa. Deve rivolgersi all’Agenzia delle Entrate.

Sono un genitore in temporanea situazione di difficoltà economica che devo fare?

Il Consiglio d’Istituto ha stabilito che, dietro semplice presentazione della dichiarazione ISEE inferiore a 10 mila euro, il contributo volontario sia dimezzato.

Mio/a figlio/a frequenta le opzioni Cambridge. Come, quando e quanto pagare?

Il Consiglio d’Istituto ha fissato una quota di 120,00 l’anno per ogni ora di insegnamento aggiuntivo (240,00 euro per due ore aggiuntive), considerando classi di almeno 20 alunni. Il versamento deve essere fatto sul conto corrente postale della scuola, distintamente dal contributo volontario. E’ possibile rateizzare gli importi in due rate, una a giugno ed una a settembre.

La quota di 240,00 euro versata per l’opzione Cambridge comprende il contributo volontario?

No. Si tratta di due capitoli diversi.

La quota di 240,00 euro versata per l’opzione Cambridge comprende le tasse di Esame?

No. Paga la tassa degli Esami Cambridge solo chi sostiene l’esame.

TRASFERIMENTI E RITIRI

Mio/a figlio/a , proveniente dalla terza media,  è iscritto/a alla classe prima di una altra scuola. Può cambiare la sua scelta?

Sì. Entro un mese dal termine fissato dal MIUR per le iscrizioni è possibile chiedere alla scuola semplicemente di smistare la domanda al Liceo Joyce. Oltre tale termine occorre chiedere formalmente il nulla osta alla scuola per il trasferimento al Joyce. Però prima conviene verificare la disponibilità di posti  presso il Joyce. Il procedimento amministrativo di trasferimento avviene direttamente tra scuole.

Mio/a figlio/a frequenta già la classe prima in un altro Istituto. Può trasferirsi al Joyce ad anno iniziato?

Sì, purché il passaggio avvenga nei primi mesi (entro dicembre). Trascorso tale termine dovrà completare l’anno nell’altra scuola e richiedere, con l’apposito modulo, al Joyce, entro giugno,  di sostenere l’ esame integrativo sulla discipline non svolte nella scuola di provenienza.

Mio/a figlio/a frequenta il Liceo linguistico o il liceo delle Scienze Umane o l’ESABAC in un altro liceo. Può trasferirsi al Joyce in corso d’anno?

Sì, deve solo chiedere il nulla osta alla scuola che sta frequentando. Il procedimento amministrativo di trasferimento avviene direttamente tra scuole.

Mio/a figlio/a frequenta un altro indirizzo (diverso da Linguistico, Scienze Umane e ESABAC) in un altro Istituto. Può trasferirsi al Joyce in corso d’anno?

No, deve richiedere, con l’apposito modulo, al Joyce, entro giugno,  di sostenere l’ Esame integrativo sulla discipline non svolte nella scuola di provenienza.

Mio/a figlio/a frequenta il Joyce. Ha intenzione di trasferirsi in altra scuola. Cosa deve fare?

Ci dispiace di questa scelta. Consigliamo di parlarne prima con la funzione strumentale per l’orientamento e/o il coordinatore di classe.

Nel caso la decisione fosse irrevocabile il genitore deve consegnare al protocollo la richiesta di nulla osta, con  l’apposito modulo, indicando la scuola prescelta. Gli uffici verificheranno la disponibilità di posti e, in caso di risposta positiva,  trasferiranno i documenti alla nuova scuola. Consigliamo di verificare preventivamente la disponibilità di posti nella scuola di accoglienza.

Mio/a figlio/a meno di 16 anni e vuole abbandonare gli studi. Cosa devo fare?

Fino a 16 anni esiste l’obbligo d’istruzione. Si consiglia di parlarne con il coordinatore di classe che lo indirizzerà verso lo sportello CIC (Inclusione e consulenza).

In alternativa può optare per il trasferimento ad altra scuola o presso un centro di formazione professionale. E ancora, qualora la famiglia abbia disponibilità economiche e professionali, assumersi la responsabilità dell’istruzione familiare, come da modulo di richiesta.

Mio/a figlio/a più di 16 anni, ma non è maggiorenne e vuole abbandonare gli studi. Cosa devo fare?

Fino a 18 anni esiste il Diritto-Dovere all’Istruzione, tuttavia la famiglia può richiedere il ritiro dalla frequenza. Se questo è fatto prima del 15 marzo l’alunno/a non sarà scrutinato/a a fine anno.

Sono un alunno/a maggiorenne posso ritirarmi dagli studi?

Sì, anche fortemente sconsigliato, soprattutto se si frequenta l’ultimo anno. Consigliamo di contattare il CIC. Se il ritiro è fatto prima del 15 marzo l’alunno/a non sarà scrutinato/a a fine anno.

Se si frequenta il quinto anno è possibile inoltrare all’USR Lazio, la richiesta di partecipare come privatista. Il ritiro deve essere richiesto, perentoriamente, entro il 15 marzo e  la richiesta entro 5 gg, salvo diverse disposizioni contenute nell’OM degli esami di Stato. L’USR Lazio tratterà l’ex alunno frequentante come un candidato privatista.

 

ESAMI INTEGRATIVI, D’IDONEITA’, PRELIMINARI, RECUPERO

Che differenza c’è tra esame integrativo ed esame di idoneità?

L’esame integrativo è rivolto ad alunni iscritti ad altre scuole, mentre quello di idoneità deve essere sostenuto da candidati esterni non iscritti. Generalmente gli esami integrativi riguardano poche discipline (quelle non svolte nelle altre scuole), mentre gli esami di idoneità possono riguardare tutte le discipline.

L’istanza per gli esami integrativi va fatta dopo l’esito nella scuola frequentata, quindi entro giugno. Invece l’istanza degli esami di idoneità va fatta generalmente entro i termini fissati dal MIUR per le iscrizioni, quindi, entro febbraio - marzo

Al Joyce quando si sostengono gli esami integrativi e di idoneità?

Generalmente nelle prime due settimane di settembre.

Mio/a figlio/a si è ritirato dalla scuola e non è iscritto ad alcuna scuola. Può iscriversi al Joyce in corso d’anno?

Dipende dal percorso scolastico.

Sì, se ha frequentato uno degli indirizzi preseti nel Joyce. Sarà iscritto alla classe successiva a quella frequentata con esito positivo. Sarebbe bene che ciò avvenisse all’inizio dell’a.s.

No, se ha frequentato un indirizzo diverso da quelli presenti al Joyce. Dovrà sostenere prima l’ Esame di Idoneità. Occorre presentare l’istanza, al Joyce, con l’apposito modulo, entro i termini previsto dalla circolare ministeriale per le iscrizioni, generalmente entro febbraio-marzo.

Sono un candidato esterno e vorrei prendere uno dei Vs diplomi (Linguistico, Scienze Umane , ESABAC) posso presentarvi l’istanza di partecipazione come esterno?.

No, deve inviare l’istanza, nei termini e nelle modalità  previsti dall’annuale Ordinanza ministeriale (generalmente viene pubblicata sul sito del MIUR a settembre), all’Ufficio scolastico regionale. Sarà quest’ultimo ad assegnare la scuola. Dovrà poi sostenere l’ Esame Preliminare

Come e quando si svolge l’esame preliminare?

Il candidato privatista assegnato dall’USR Lazio al Joyce dovrà sostenere l’ Esame preliminare con i docenti del Consiglio di classe a cui è stato abbinato. Il periodo generalmente è l’ultima settimana di maggio. La scuola invia una convocazione ufficiale con il calendario delle prove. La sessione è unica. Il Consiglio di classe, valutati la documentazione e il curriculum scolastico presentati dal candidato privatista, predisporrà le verifiche, scritte ed orali,  sulle discipline che saranno oggetto di valutazione. Le discipline oggetto di verifica possono variare a seconda delle situazioni scolastiche.

Le indicazioni operative sono contenute nell’annuale OM degli Esami di Stato che generalmente viene pubblicata dal MIUR a marzo-aprile.

L’esito dell’Esame preliminare può essere di ammissione o meno agli Esami di Stato, in tal ultimo caso la Commissione può dare un giudizio di idoneità ad una classe.

Come e quando si svolgono gli Esami di Recupero?

Gli alunni con giudizio sospeso dovranno recuperare il / i debito/i nella sessione unica degli Esami di Recupero. Le prove si svolgono  nei primi dieci giorni settembre.

Salvo modifiche da parte del Collegio docenti, per quasi tutte le discipline è prevista una prova scritta semistrutturata di esonero: chi supera la prova non dovrà sostenere il colloquio. Per le lingue straniere dell’indirizzo linguistico e l’italiano la prova scritta sarà identica a quelle svolte durante l’anno. Per le lingue straniere  dell’indirizzo linguistico non è previsto l’esonero dal colloquio cioè tutti sosterranno il colloquio.

REGISTRO ELETTRONICO

 

Cosa consente di fare il RE?

Sul RE sono annotate le assenze, i ritardi, le uscite anticipate e ogni fatto riguardante la classe (compiti, programmi svolti, note disciplinari). Possono/devono accedere sia i genitori che gli alunni, con PIN di accesso diversi. Consente di prenotare il colloquio con i docenti, ma anche le convocazioni da parte dei docenti. E’ possibile scaricare le pagelle.

Il RE  è anche uno strumento didattico?

Sì. Il RE, oltre che essere uno strumento amministrativo, consente di condividere materiali didattici, programmi svolti, inoltre implementa una piattaforma e-learning (IMPARI) con decine di strumenti didattici.

Il PIN di mio figlio/a minorenne consente di giustificare le assenze?

No. I genitori ( e gli alunni maggiorenni) hanno un PIN specifico diverso da quello di accesso. Si consiglia di cambiarlo spesso.

Ho smarrito il PIN come posso riaverlo?

Deve farne richiesta in segreteria didattica

RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA

E’ possibile contattare i docenti di mio/a figlio/a?

Sì, nei periodi previsti prenotandosi tramite il RE. I colloqui avvengono in orario antimeridiano. E’ consuetudine del Joyce non fare colloqui pomeridiani.

E’ possibile conoscere le valutazioni di mio/a figlio/a?

Sì, le valutazioni sono on-line. In alcuni casi i docenti aggiungono note esplicative. E’ impostata la notifica automatica delle valutazioni.

Posso essere convocato dai docenti?

Sì. Generalmente, i docenti del Consiglio di classe convocano le famiglie per evidenziare situazioni critiche, dapprima tramite il RE,  poi, in caso di mancato riscontro,  mediante fonogramma, infine, tramite lettera.

I genitori di alunni maggiorenni non sono convocati, ma si consiglia all’alunno maggiorenne di avvisare i genitori.

VIAGGI E MOBILITA’ STUDENTESCA

I viaggi d’Istruzione, i viaggi studio,  le visite d’istruzione di un solo giorno e gli scambi educativi di classe  sono attività didattiche?

Sì. Si tratta di attività inserite nel PTOF sono deliberati annualmente dai Consigli di classe, dal Collegio dei docenti e dal Consiglio d’Istituto.

Valgono le stesse regole di comportamento della scuola  con l’aggiunta di un patto di responsabilità.

Mio/a figlio/a parteciperà ad un viaggio d’istruzione organizzato dalla scuola. Come, quando e quanto devo pagare?

La Commissione viaggi dopo fatto un’indagine di mercato per avere una stima approssimativa dei costi di alcune mete culturalmente rilevanti le sottopone al parere dei Consigli di classe. Una volta stabilita la meta gli alunni interessati dovranno versare una prima rata che corrisponde alla metà del costo stimato.

Quindi sarà espletata una gara da cui scaturirà il programma, le date e i costi definitivi. Sarà richiesto il pagamento della quota restante da versarsi sul conto corrente postale della scuola prima della data prevista per il viaggio.

Il pagamento deve avvenire sul CCP della scuola: intestato a LICEO CLASSICO STATALE SPERIMENTALE “JAMES JOYCE”, IBAN :  IT 60 Z 07601 03200 000049115041. Causale:  indicare la meta del viaggio e la classe. Il bollettino deve riportare il nome dell’alunno/a.

Mio/a figlio/a risulta come cittadino extraeuropeo, può partecipare ai viaggi d’istruzione all’estero?

Sì, purché in regola con la Carta di soggiorno.

Mio/a figlio/a è un cittadino europeo necessita di  particolare documentazione per poter viaggiare all’estero?

No, solo un documento valido

Mi trovo in una situazione momentanea di disagio economico. Sono previsti contributi da parte della scuola per le spese del viaggio?

Sì. Il consiglio d’Istituto delibera annualmente i criteri di esonero e la  quota % del contributo volontario effettivamente versato dalle famiglie destinato a coprire fino al 50% del costo del viaggio. L’ISEE deve essere inferiore a 10 mila euro. Sono esclusi coloro che non hanno versato neanche la quota minima e  gli alunni sorpresi a fumare nelle pertinenze scolastiche. I fratelli hanno uno sconto aggiuntivo. In caso di eccesso di richieste la % di sconto sarà inferiore al 50%, ma sarà data la possibilità di rateizzare.

Mio/a figlio/a dopo aver versato la quota iniziale per il viaggio d’istruzione si rende conto di non poter partire. Che succede?

Dipende dal periodo in cui è fatta la rinuncia.

Se avviene prima dell’aggiudicazione della gara, la scuola restituisce tutto l’importo.

Se avviene dopo l’aggiudicazione della gara, saranno applicate delle penali crescenti man mano che ci si avvicina alla data di partenza.

Mio/a figlio/a ha versato l’intera quota per il viaggio d’istruzione, ma non può partire perché in malattia. Che devo fare?

Consegnare la certificazione medica, assolutamente, prima della partenza, pena la perdita del diritto al rimborso. Sarà attivata l’assicurazione che provvederà al rimborso.

Mio/a figlio/a intende partecipare ad un  viaggio studio. Che differenza c’è con i viaggi d’istruzione?

I viaggi studio comportano l’obbligo di frequenza di una scuola di lingue. Generalmente il soggiorno avviene in famiglia. Serve autonomia e responsabilità. I costi sono maggiori.

Per il resto valgono le stesse considerazioni dei viaggi d’istruzione.

Mio/a figlio/a intende partecipare allo scambio educativo di classe. Che differenza c’è con i viaggi d’istruzione?

Il liceo Joyce offre la possibilità di effettuare scambi con scuole straniere, di quasi tutti i paesi europei,  gemellate. La scambio è organizzato dai docenti delle due scuole, ma è indispensabile la compartecipazione delle famiglie che dovranno ospitare gli studenti.  Ovviamente ciò vale anche per le famiglie straniere. L’impegno è generalmente di due settimane, una in Italia ed una all’estero.

I costi sono molto contenuti, praticamente solo il volo aereo e i costi delle spese di ospitalità e di quelle sostenute dai docenti.

Non è previsto il contributo di semiesonero.

Mio/a figlio/a intende partecipare alla mobilità individuale all’estero. Quali sono i vincoli?

Il Liceo Joyce ha inserito nel PTOF la possibilità di poter frequentare presso scuole estere un anno scolastico o anche solo parte di esso, ma con precisi condizioni e vincoli a cui si rinvia. Si consiglia di contattare il docente referente per la mobilità individuale prima di dare l’assenso all’associazione organizzatrice.

Mio/a figlio/a sta  frequentando  un periodo di studio all’estero di un anno, al rientro che deve fare?

Tenersi in contatto con il tutor e/o il coordinatore di classe. Alcune discipline non vengono sviluppate nella scuola straniera. Il consiglio di classe, alla luce della documentazione che la famiglia avrà fatto pervenire (NB il prima possibile), indicherà le discipline e le parti di discipline che saranno oggetto del colloquio previsto prima dell’avvio del nuovo a.s..

Mio/a figlio/a sta  frequentando  un periodo di studio all’estero di pochi mesi, al rientro che deve fare?

Tenersi in contatto con il tutor e/o il coordinatore di classe. Il recupero avverrà in itinere.

PROGETTI E CERTIFICAZIONI ESTERNE

Cosa serve per poter partecipare ai progetti educativi e culturali proposti dalla scuola?

Generalmente sono in orario extracurricolare, quindi, per gli alunni minorenni, serve l’autorizzazione da parte dei genitori per poter partecipare.

L’autorizzazione alla divulgazione di foto e video con finalità didattiche effettuati durante il progetto è inserita d’ufficio nel modulo della domanda di iscrizione, salvo espresso diniego.

Per i progetti PON occorre compilare anche una scheda di iscrizione.

Mio/a figlio/a intende seguire i corsi per le certificazioni esterne, come deve fare?

Il Liceo Joyce propone molti corsi volti all’ottenimento di certificazioni esterne linguistiche e non, per iscriversi è sufficiente compilare il modulo di iscrizione ai corsi e pagare la quota stabilita dal consiglio d’Istituto a copertura di costi sostenuto per i docenti, versando sul conto corrente postale della scuola.

Mi trovo in una situazione momentanea di disagio economico. Sono previsti contributi da parte della scuola per le certificazioni?

Il consiglio d’Istituto delibera annualmente i criteri di esonero e la  quota % del contributo volontario effettivamente versato dalle famiglie destinato a coprire fino al 50% del costo della certificazione. L’ISEE deve essere inferiore a 10 mila euro. Sono esclusi coloro che non hanno versato neanche la quota minima e  gli alunni sorpresi a fumare nelle pertinenze scolastiche. In caso di eccesso di richieste la % di sconto sarà inferiore al 50%, ma sarà data la possibilità di rateizzare.

La quota comprende anche le spese per l’ente certificatore?

No. Tali spese sono a parte e solo nel caso che si voglia partecipare agli esami . Non è previsto il semiesonero.

Una volta iscritto ad un corso per le certificazioni esterne è possibile ritirarsi e richiedere quanto versato?

Sì, ma il rimborso avverrà solo il ritiro avviene dopo poche lezioni.

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (AS-L) – PERCORSI per le COMPETENZE TRASVERSALI e l’ORIENTAMENTO (PCTO)

Quante ore di AS-L (PCTO) devo fare nel triennio?

Dal 2018/19 il monte ore è stato ridotto a 90 ore.

 

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta